Aida


Musica di Giuseppe Verdi (1813-1901)

Trascrizione per quintetto di ottoni

Gomalan Brass Quintet

Il Gomalan Brass Quintet è un gruppo d’ottoni eclettico ed estremamente dinamico, costituito da cinque raffinati musicisti, prime parti in importanti orchestre italiane. Grazie all’avvincente sinergia tra abilità esecutiva e coinvolgimento teatrale, cifra distintiva del quintetto, il Gomalan Brass si destreggia con disinvoltura all’interno di un repertorio vastissimo, che spazia dal rinascimento al melodramma e alla musica contemporanea, senza disdegnare incursioni nel repertorio della musica per film. Le proposte continuamente rinnovate, e per la riconosciuta qualità musicale e per la particolare verve istrionica dei componenti del quintetto, da dieci anni conquistano pubblico e critica di tutto il mondo.
Ad appena due anni dalla fondazione, nel novembre 2001, il gruppo si aggiudica il primo premio al Concorso Internazionale “Città di Passau”, uno dei più prestigiosi riconoscimenti a livello mondiale nel campo della musica per ottoni, guadagnandosi la stima di illustri direttori d’orchestra (Metha, Muti, Maazel, Pretre, Sinopoli, Giulini, Barenboim) e di ottonisti di rilievo internazionale, come Roger Bobo, David Ohanian, Steven Mead, Dale Clevenger e Froydis Ree Wekre, tutti concordi nell’annoverare il Gomalan Brass Quintett tra i gruppi più interessanti del panorama ottonistico internazionale.
I concerti del Gomalan Brass Quintet sono stati trasmessi da svariate emittenti radiofoniche fra cui Bayerisches Rundfunk, Radio Vaticana, Radio Canada, Radio della Svizzera Italiana, Radio Classica, Radio Tre (per la quale il gruppo ha eseguito diverse prime mondali).
Il quintetto ha all’attivo quattro lavori discografici, di cui i primi due pubblicati da Summit Records. Il terzo (per Naxos) Moviebrass, è stato fra i più scaricati dal sito classicsonline.com. Il quarto cd è stato pubblicato in proprio per celebrare il primo decennale di attività: 1999/2009 Ten Years Live.
Nel 2010 è uscito anche un DVD che racchiude il concerto presso l’Auditorium BNL di Lodi ed un documentario sul gruppo.

Hanno detto di loro:
“È un grande gruppo: virtuosismo e musicalità fuori dal comune”
(Zubin Metha)

“Susciteranno in voi ogni emozione che siate in grado di provare”
(Vince Di Martino)

“Il quintetto d’ottoni più affascinante che io abbia mai incontrato. Un concerto di questo gruppo straordinario è un’esperienza indimenticabile”
(Roger Bobo)

Personaggi e interpreti:
Marco Braito Aida
Nilo Caracristi Radames
Stefano Ammannati Il Faraone
Marco Pierobon Amneris
Gianluca Scipioni Amonasro

14 brani arrangiati da Marco Pierobon
Sabrina Morena Regia
Francesca Ceci Costumi

Proviamo a considerare una cosa molto importante: quanto costa un’opera?
…ci vuole un direttore d’orchestra (bravo o meno bravo), un’orchestra da dirigere, cantanti, comprimari, comparse, il coro, un regista, un coreografo e uno stuolo di tecnici tra macchinisti, attrezzisti, costumisti, sarte, ecc…

Una moltitudine di persone e cose concentrate in un’enorme struttura chiamata Teatro, la linfa vitale di tutte queste professioni che confluiscono in un unico obiettivo: la realizzazione di un’opera!
Da tutte queste considerazioni nasce il nostro progetto, o scommessa, se vogliamo.

È possibile mettere in piedi un’opera in cinque?
Tutta un’opera, intendiamoci…. solo in cinque?! Secondo noi sì…

Cinque musicisti che, indossati gli abiti di scena, suonano, cantano, interpretano, recitano, ballano l’opera.
Si trasformano in Aida, in Radames, in Amneris, in Amonasro, nel Faraone d’Egitto, in un rapidissimo susseguirsi di arie, musica, prosa e balletti.

Con un unico intento: non quello di ridicolizzare un grande capolavoro, ma di renderlo fruibile e comprensibile a tutti quelli che non lo conoscono (bambini compresi), o per farlo godere ancora di più (e sotto un’altra luce) a chi lo conosce perfettamente.

a cura del Gomalan Brass Quintet